casa-della-cultura-milano      
   
 

AH L'ITALIA!


Storie di ordinaria insensatezza






altri contributi:



  branca-aereo.jpg

iconadarwin.jpg


 

Potrebbe capitare anche a voi (speriamo di no) quindi prendete nota: mia moglie cade e si frattura una caviglia in un luogo del Sud Italia che non dico... Tutti gentili, per carità: subito una negoziante porta una sedia, altri si fermano e confortano, arriva l'ambulanza. Ma al Pronto Soccorso le fanno solo una radiografia, manco le tolgono le calze e si scoprirà dopo giorni che si era fatta anche una ferita che rischiava la necrosi.

Avvisata con 10 ore di anticipo la compagnia di volo ci procura carrozzella e imbarco apposito, ma inspiegabilmente io mi trovo nell'ultima fila con tre poltrone libere e lei in seconda, come tutti gli altri. Alle mie pacate rimostranze rispondono che hanno ragione loro, e ci mancherebbe!

L'ospedale nordico in cui è finalmente ricoverata e operata la dimette, ahimé, un sabato pomeriggio... Non ci sono le ricette per l'antibiotico e l'antidolorifico che un saggio farmacista mi vende lo stesso. Ma dovrei tornare là, fuori città, per prendere l'appuntamento per la prima visita di controllo: al telefono non è possibile! Per fortuna un medico amico del posto mi risparmia questo assurdo viaggio supplementare.

Dove stiamo andando e soprattutto perché? Dio lo sa e perdona. Darwin continua a ignorarlo e giustamente condanna.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA

07 Marzo 2017

 

 

 

DIO PERDONA, DARWIN NO

n 27